Forensics Summer Metting Review

Image

Si parla tanto di formazione , di come acquisire competenze tecniche e professionali da inserire nel CV al di fuori dei percorsi universitari e dei corsi riservati agli enti statali , di costi e pregi delle varie offerte presenti sul territori.
Ecco quindi che con questo articolo mi accingo a fare una piccola Review del ” Foresincs Summer Metting ” tenutosi a Lecce il 7 e 8 Giugno 2013 a cura dell’International Crime Analisys Association ” e del presidente Marco Strano.

L’evento , che ha visto come cornice la sala conferenze dell’Istituto Icos , ha accolto tra auditori e personale tecnico diversi operatori appartenenti sia al settore pubblico che privato i quali hanno avuto modo di ricoprire  un ruolo pratico , quali collaboratori e appartenenti al CSI Team dell’associazione , oppure come corsisti attivi coinvolti nel processo di analisi tecnico – psicologico della scena del crimine attraverso i quesiti dei docenti.
Il seminario è stato caratterizzato da una prima parte tenuta dal Dr.Strano relativa al criminal profiling quale attività di polizia investigativa volta alla cernita di un numero idoneo di sospetti quando , purtroppo , non sono presenti elementi empirici tali da poter definire un target preciso di sospetti.
Esaustivo , preciso e professionale come sempre il responsabile dell’evento non ha perso per un momento l’attenzione degli allievi nonostante la difficoltà della materia e la grande “confusione mediatica ” che vige in merito alla profilazione criminale a causa delle innumerevoli fiction e serie televise che affollano i nostri schermi ; infatti non è dal salotto televisivo o dal jet privato che vediamo in ” Criminal Minds ” che si approccia a questa realtà  , bensì attraverso le pubblicazioni autorevoli e le parole di chi applica queste procedure nella vita professionale quotidiana.

Il secondo giorno ha visto nuovamente come protagonista l’analisi psicologica anche se questa volta si trattava di ” autopsia psicologica ” e non più di studio criminologico dell’ US o  ” Unknow Subject “.
E’ possibile capire se una morte ambigua  sia dovuta a un suicidio , a un omicidio o più semplicemente ad un incidente ?
Ecco il quesito al quale lo staff dell’ICAA ha provato a dare risposta nel corso della mattinata dell’8 Giugno , distaccandosi però da quello che poteva essere un semplice ” dispensare informazioni enciclopediche ” tipico di molti enti , cercando invece di coinvolgere il pubblico nell’opera di studio.
Infatti , dopo una breve pausa pranzo , ci siamo ritrovati di fronte quella che era una simulazione parziale di un caso di ” morte ambigua ” noto alla cronaca Bolognese. Accompagnati da diversi esperti del settore siamo stati immersi all’interno della vicenda , scoprendone il back ground e seguendo passo per passo ogni esperto del gruppo mentre applicava le più moderne tecniche criminalistiche.
Per i più ” tecnocrati ” le parole di Silverio Greco , esperto di informatica forense , si sono rivelate un primo approccio al settore della repertazione di materiale informatico , tema spinoso e scarsamente conosciuto ma di grande e profondo interesse.
Si è passati quindi dalla copia binaria dei più moderni smartphone e dall’uso dell’UFED all’analisi grafologica di un documento trovato sulla scena del crimine , caratterizzata da un primo studio calligrafico sul singolo reperto e poi dalla comparazione con materiale appartenente alla vittima.
Giunta ormai la sera , dopo un’analisi empirica tra impronte digitali e repertazioni di materiale biologico , ci si è palesata la risoluzione del caso e con essa la conclusione del primo evento estivo dell’ICAA.

Tirando le somme di certo non si può dire che non sia stata un’esperienza produttiva , infatti è sempre più difficile poter partecipare a seminari professionali nei quali non si viene relegati a semplici ” spettatori ” bensì si è in grado di dire la propria opinione , se pur ben calibrata.
Per chi invece preferisce seguire la strada del mero calcolo ” Costi – Benefici ” sfonda una porta aperta in quanto con poche decine di euro non solo ha potuto apprendere una serie di nozioni difficilmente reperibili , ma ha portato a casa 3 attestati di partecipazione e uno di qualifica professionale con il quale addornare il muro dell’ufficio.

Bramosi di nuove conoscenze e di farci conoscere  vi aspettiamo ora al ” Crime Scene Investigation Meeting ” di Luglio nella speranza di poter condividere con voi queste esperienze di grande valore formativo e professionale.

Marcello Tomasina.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Streaming the Society

Studio, Ricerca, Comparazione ed Analisi della società contemporanea da un punto di vista Socio-Criminologico, passando per l'attualità e la sicurezza.

strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Africa in the news

An indepth analysis

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

In parole semplici

A VirtuCultural tin box where they are guarded thoughts, memories and simple stories. Join in!

%d bloggers like this: